Video: Il Mistero sulla Mummia Sirena studiata dagli scienziati

0

Un gruppo di scienziati indagano sulla mummia di una sirena trovata in Giappone

La scoperta di questa presunta mummia di sirena‘ scoperta in Giappone, ha fatto il giro del mondo.

Gli scienziati in Giappone studiano le origini di una presunta sirena mummificata vecchia di 300 anni dotata delle parti superiori di un essere umano e di quelle inferiori a forma di pesce.

La mummia, conservata in un tempio, è stata oggetto di culto. Per secoli, è stata venerata per le sue presunte proprietà medicinali; si suppone che conferisca l’immortalità a coloro che mangiano la sua carne.

L’enigmatica creatura di 30 centimetri è stata presumibilmente catturata nell’Oceano Pacifico tra il 1736 e il 1741 al largo della costa di Shikoku, in Giappone, ed è attualmente ospitato in un santuario di Asakuchi.

Hiroshi Kinoshita, un membro del consiglio della Okayama Folklore Society, ha scoperto la mummia sirena all’ interno di una scatola.

Campioni di DNA per identificare la combinazione di specie

Secondo il sito The Asahi Shimbun, il 2 febbraio, Kozen Kuida, capo sacerdote del tempio Enjuin di Asakuchi, ha rimosso il prezioso esemplare da una scatola nella sala della TAC dell’ospedale veterinario dell’università

I ricercatori della Okayama Kurashiki University of Arts and Sciences e di altre organizzazioni prenderanno campioni di DNA per capire la composizione della sirena. Il team rilascerà i suoi risultati entro la fine dell’anno.

Kuida ha detto al The Asahi Shimbun che la mummia è stata messa in una vetrina per la visione pubblica circa 40 anni fa, ma ora è tenuta in una cassaforte ignifuga per evitare il deterioramento.

mummia sirena

Sirene: la leggenda dell’immortalità

“Le sirene giapponesi vantano di una leggenda riguardo l’immortalità. Si ritiene che se si mangia la carne di una sirena, si diventi immortali. Esiste una leggenda in molte parti del Giappone riguardo ad una donna che mangiò accidentalmente la carne di una sirena e visse per 800 anni”, ha detto Kinoshita.

“Questa leggenda, denominata ‘Yao-Bikuni’ è conservata anche vicino al tempio dove fu trovata la mummia della sirena. Ho sentito che alcune persone, credendo nella leggenda, mangiavano le scaglie delle mummie delle sirene”, ha aggiunto.

Kinoshita crede che la mummia conservata a Enjuin sia stata creata durante il periodo Edo del Giappone, che andava dal 1603 al 1867, riferisce Newsweek.

“Naturalmente, non credo che sia una vera sirena”, ha detto. “Penso che si tratti di una manipolazione genetica per l’esportazione in Europa durante il periodo Edo, o per spettacoli in Giappone”. La leggenda delle sirene rimane in Europa, Cina e Giappone in tutto il mondo.

Kuida ha paragonato la mummia a una creatura del folklore giapponese chiamata Amabie che si crede abbia il potere di allontanare le piaghe.

“L’abbiamo venerato, sperando che aiuti ad alleviare la pandemia di coronavirus anche solo leggermente”, ha detto Kuida al The Asahi Shimbun. “Spero che il progetto di ricerca possa lasciare dei record [scientifici] per le generazioni future”.

Di Universo7p

Loading...
CopyAMP code
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: