UFO: Il Fisico Michio Kaku invita a non sottovalutare il fenomeno

0

Il Fisico Michio Kaku parla di Avvistamenti Ufo e civiltà aliene

Gli ultimi video rilasciati dal pentagono sugli UFO ha acceso un certo interesse in alcuni fisici di altissimo livello nel quale invitano i propri colleghi nel non sottovalutare il fenomeno. Uno di questi è Michio Kaku , il fisico teorico famoso per l’accostare il proprio nome alla Teoria delle Stringhe e che in passato si è occupato di civiltà aliene ipotizzando la possibilità che siano ovunque, nell’universo infinito, e pure molto più avanzate della nostra. Tramite twitter, Michio Kaku parla sul fenomeno UFO ed invita i suoi colleghi a non sottovalutare il fenomeno.

Dopo anni di letargo, Il tema è tornato alla ribalta dopo le ammissioni del Pentagono in merito ai continui avvistamenti ufo da parte dei suoi piloti di oggetti volanti con tecnologia sconosciuta riportati dai video e soprattutto dopo il report che l’ufficio del Direttore della National Intelligence ha consegnato lo scorso giugno alle Commissioni del Senato degli Stati Uniti.
In quel rapporto, gli analisti dei servizi segreti americani hanno ammesso di non essere stati in grado-dopo numerose verifiche- di stabilire di cosa si tratti, e i dati insufficienti, impediscono di comprendere la natura, l’origine e anche lo scopo di questi velivoli spesso apparsi in zone aree militari interdette al volo.

Gli avvistamenti UFO

Il fisico sottolinea come il fenomeno Ufo , oltre ad essere concreto è assolutamente reale di cui non possiamo continuare a dubitare o negare quanto segnalato da tantissime persone. La scienza, secondo il fisico, deve porsi delle domande riguardo l’origine di questi avvistamenti UFO.

Ciò non significa che debbano necessariamente provenire da un altro pianeta, però…” Dovremmo restare aperti a questa possibilità. Diversi fisici sono scettici a causa della massiccia distanza delle stelle, ma ciò dà per scontato che ET sia più evoluto di noi di appena un secolo. Immaginate se gli Alieni invece fossero milioni di anni più avanzati di noi: si profilerebbero nuove leggi della fisica, quindi mantenete una mente aperta».

Il fisico, collega il discorso della Scala di Kardasev che si basa nel classificare le civiltà Aliene presenti nello spazio in base al livello tecnologico elaborato nel 1964 dall’astronomo russo Nikolaj Kardasev. Per il Fisicou, noi siamo ancora a livello Zero ma presto diventeremo di tipo 1, quando saremo in grado di controllare tutte le forme di energia del pianeta.
Il tipo 2 può controllare l’energia della sua stella e nulla può distruggerla: in caso di necessità, può spostare il proprio pianeta o riaccendere il proprio sole.

La civiltà extraterrestre di tipo 3 controlla l’intera galassia, i buchi neri, lo spazio-tempo utilizzando la fisica a dimensioni superiori a quelle a noi note. Infine, c’è la tipologia 4 che avrebbe il controllo sull’ Energia Oscura.

UFO Michio Kaku
MichioKaku

Leggi Sfera Di Dyson E Livello Tecnologico Di Una Civiltà Aliena

«Presto avremo in orbita il telescopio Webb e avremo migliaia di pianeti da osservare, ecco perché credo che siano piuttosto elevate le possibilità di entrare in contatto con una civiltà aliena», ha dichiarato in un’intervista concessa a The Guardian. Eventualità- va detto- che il fisico teorico non trova affatto tranquillizzante, anzi, perché ha subito aggiunto: «Ci sono alcuni miei colleghi convinti che dovremmo andare a cercare gli Alieni. Io penso che sia un’idea terribile. Tutti noi sappiamo cosa è successo a Montezuma quando incontrò Cortes in Messico centinaia di anni fa». Insomma, quando si incontrano civiltà di livelli molto diversi, quella inferiore rischia di essere spazzata via da quella superiore.

Loading...
CopyAMP code
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: