Strategie di difesa in merito a possibile attacchi alieni.

0

Il Dott. Michio Kaku (laureato ad Harvard e Princenton, e insegnate alla New York University) ha proposto strategie di difesa in merito a possibile attacchi alieni.

1) Anche se ciò comporterebbe radiazioni, una soluzione sarebbe sparare testate nucleare all’interno dell’atmosfera per creare un gigantesco campo elettromagnetico (che metterebbe fuori uso ogni genere di apparecchiatura elettronica aliena). Perchè sparare direttamente fuori dalla spazio testate nucleari non servirebbe a nulla, dato nello spazio aperto non vi è aria (di cui necessitano le testate per esplodere). Come quando si mette su una candela un vaso, l’ossigeno finisce ed il fuoco si spegne, succedere lo stesso nello spazio aperto (testate nucleari).

2) Mettere stazioni spia/satelliti sugli asteroidi nell’orlo esterno del nostro sistema solare, per avvisare di eventuali attacchi. E creare sui suddetti asteroidi anche delle piccole basi dove “parcheggiare” “caccia spaziali” (che però bisognerebbe progettare, addestrare i piloti etc… costerebbe centinaia di miliardi di dollari), e di questi caccia ne servirebbero un bel pò (parlo di migliaia di caccia).

3) Poi c’è una variante dell”ascensore spaziale ( http://it.wikipedia.org/wiki/Ascensore_s… ), che fungerebbe da gigantesco cannone d’artiglieria anti-aerea spaziale.

4) Hai mai sentito parlare del progetto STAR WARS di JF Jennedy? Consisteva nel posizionare in orbita oltre 24.000 satelliti (6 metri x 6), batterie missilistiche e stazioni spia in Polonia, Russia e medio oriente, c’è chi dice fosse solo un progetto enorme per aumentare la potenza bellica statunitense, e c’è chi dice che invece fosse un prototipo di difesa anti-aliena.

5) Di idee di difesa planetaria c’è ne sono parecchie, c’è anche una divisione della U.S. Air Force che le sta sviluppando

basta a difenderci da un possibile attacco?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: