Snowden: ‘Il controllo governativo per il coronavirs rimarrà permanente

0

Le conseguenze delle misure che introduciamo oggi, saranno permanenti, secondo Snowden.

Come sappiamo, I governi di tutto il mondo stanno usando misure di sorveglianza ad alta tecnologia per combattere l’epidemia causata dal coronavirus. Ma secondo Edward Snowden, queste misure di sorveglianza una volta applicate non verranno tolte, anche dopo la fine di questa pandemia continueranno a vigilare.

Snowden, informatico, attivista e whistleblower statunitense e Ex tecnico della CIA e fino al 10 giugno 2013 .divenuto famoso per aver esposto diversi segreti sulle metodiche di spionaggio degli Stati Uniti in un’intervista durante il Copenhagen International Documentary Film Festival sostiene che “le misure di emergenza messe in atto dai vari governi non cesserà”. Snowden ha poi precisato: “L’emergenza viene espansa, poi le autorità iniziano ad abituarsi ad alcuni dei nuovi poteri. E infine i nuovi poteri iniziano a piacere”.

Snowden
Edward Snowden

Parecchi sostenitori delle misure più severe adottate da alcuni governi sostengono che le regole meno ferree non siano sufficienti durante una pandemia e che i rischi a lungo termine possano essere affrontati una volta contenuta l’epidemia. Ma una breve sospensione delle libertà civili può essere prorogata con facilità, e i sistemi di sicurezza adottati potrebbero trovare nuovi usi. Il rischio, secondo Snowden, è che i governi possono rendere permanenti le nuove regole di emergenza, sfruttandole in alcuni casi per reprimere il dissenso e l’opposizione politica.

L’intelligenza artificiale e il controllo

L’intelligenza artificiale è un modo particolarmente efficace per monitorare la vita di ogni singolo cittadino. In Cina, gli scanner termici installati nelle stazioni ferroviarie identificano i pazienti con febbre , mentre in Russia i sistemi di riconoscimento facciale individuano le persone che infrangono le regole di quarantena .

Ad esempio negli USA si è considerato di monitorare tutti gli spostamenti dei cittadini attraverso la geolocalizzazione del proprio smartphone per seguire l’espansione dell’epidemia: un metodo estremamente efficace in tempi di crisi sanitaria, ma molto interessante anche per rintracciare terroristi o nemici del governo. Il problema è che viola la privacy di tutti gli altri.

Il coronavirus ha persino dato a Clearview AI la possibilità di ripristinare la sua reputazione. La controversa startup sui social media sta discutendo con i governi dell’uso della propria tecnologia per rintracciare i pazienti infetti, secondo il Wall Street Journal .

Trovare un equilibrio

È difficile trovare un equilibrio tra sicurezza e privacy, soprattutto durante una crisi sanitaria globale come quella che stiamo vivendo. Snowden non contesta la gravità della pandemia, ma minimizza un po’ la situazione (contrastando i pareri di virologi ed epidemiologi) sostenendo che sia un problema che alla fine verrà risolto dai vaccini e dall’immunità di gregge. Le conseguenze delle misure che introduciamo oggi, tuttavia, saranno permanenti, secondo Snowden.

Loading...
CopyAMP code

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: