Scoperte Anomalie nel Campo Magnetico Terrestre! Forti anomalie sul Pacifico e Altantico

0

Come riporta Nature “Qualcosa di molto strano e anomalo sta succedendo al campo magnetico della Terra! I geologi, non hanno ancora trovato una spiegazione scientifica a questa migrazione troppo veloce per avere una spiegazione logica.
Il Polo Nord magnetico sta facendo le valige, spostandosi dal Canada verso la Siberia. Ne avevamo accennato su un post precedente leggi qui e adesso confermato anche da Nature, grazie anche al contenuto del
World magnetic model che ne ha anticipato i contenuti del nuovo Modello magnetico globale.

Si tratta di un nuovo report scientifico che descrive le caratteristiche del campo magnetico terrestre aggiornando quello del 2015, che era in programma per il 2020, ma gli esperti , dopo l’allarme lanciato anche dalla Nasa qualche mese fa ,hanno deciso di anticiparlo al 2019 proprio per dare conto della migrazione del Polo Nord magnetico.

La presentazione del nuovo modello era in calendario il 15 gennaio, ma è stata spostata al giorno 30. Colpa dello shutdown Usa, il blocco delle attività amministrative del Governo federale, deciso dal presidente Trump per il mancato accordo con il Congresso, dove i Democratici hanno la maggioranza alla Camera dei Rappresentanti, sul finanziamento di un muro al confine tra Stati Uniti e Messico.

Il Campo Magnetico Terrestre


Oggi il polo magnetico si sta dirigendo sempre più rapidamente (circa 55 chilometri all’anno) in direzione della Siberia: nel 2001 si trova sull’Oceano Artico, ora ha superato la linea della data internazionale. Per Arnaud Chulliat, geofisico dell’Istituto di Fisica del Globo di Parigi, il fenomeno potrebbe essere legato a un getto di ferro fuso ad alta velocità in corrispondenza del Canada.

Ma quella del poli non è l’unica anomalia degli ultimi anni. Era il 2016 quando gli scienziati rilevarono uno strano picco di intensità del campo magnetico sull’Oceano Pacifico, tra il Nord e Sud America e sull’Atlantico. Un fenomeno esteso, ribattezzato dagli esperti come Swarm e in grado di mandare in tilt i dispositivi GPS dell’area. Altre anomalie sono state rilevate negli anni scorsi, sul Pacifico orientale.

Prodotto dai movimenti del metallo fuso in profondità, il magnetismo terrestre riveste una notevole importanza per la vita sulla Terra: esso si protende per svariate decine di migliaia di chilometri nello spazio, formando la cosiddetta magnetosfera, uno scudo contro i raggi cosmici e le particelle cariche.


Per Domenico Di Mauro, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia , “lo studio di questo fenomeno può fornirci preziosi indizi per capire cosa stia succedendo all’interno del nostro Pianeta, nel nucleo e all’interfaccia tra nucleo e mantello.

Questo spostamento del Polo Nord magnetico, più rapido negli ultimi anni, potrebbe essere il segno del possibile innesco di un’inversione dei poli magnetici. Un fenomeno – conclude il ricercatore dell’Ingv – che negli ultimi 170 milioni di anni è avvenuto più di 100 volte, l’ultima circa 780.000 anni fa. Questa inversione dei poli farebbe sparire lo scudo magnetico protettivo della Terra, esponendo il nostro Pianeta al flusso di particelle cariche del vento solare, pericolose per la salute umana”.

Di certo, non mancano le teorie alternative sulla presenza di una forza che sposta in modo anomalo e Veloce Il nostro campo magnetico grazie alla presenza di qualche corpo esterno… mi viene da Pensare al nostro caro amico Nibiru?

Effetto magnetico di Nibiru?

Quali sarebbero le conseguenze sul campo magnetico terrestre dell’eventuale passaggio di Nibiru (o Pianeta X) all’esterno del sistema solare in vicinanza della Terra?

Nell’ipotesi si tratti di un corpo celeste di grandi dimensioni, dotato di notevole campo magnetico, esso si comporterebbe come una calamita di potenza astronomica. Con l’effetto di perturbare, potrebbe  invertire i poli magnetici  non solo in modo Anomalo, ma anche in modo rapido….

A cura di Universo7p


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: