Scie chimiche: Il Presidente di Tanker Enemy parla di minacce e depistaggi

0

l tema sulla scie chimiche si sta facendo sempre più scottante. L’ attivista Rosario Marcianò, presidente del Comitato Tanker Enemy, racconta in un’ intervista di essere stato addirittura minacciato di morte.

Scie chimiche – Marcianò riferisce che le minacce sono iniziate nel lontano 2005, anno in cui ha incominciato a divulgare con continuità notizie sull’ argomento. Da allora avrebbe ricevuto almeno una decina di e mails contenenti intimidazioni da un soggetto che si firma Anonymous e che sembra molto informato sui suoi spostamenti e sulle sue iniziative legali…

fonte

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: