Rilevati misteriosi punti di calore nelle piramidi di Giza

0

Misteriosi punti di calore nelle piramidi di Giza

Un team di scienziati  Egiziani, Francesi, Canadesi e Giapponesi  utilizzando  l’analisi termografica ad infrarossi per monitorare le piramidi durante l’alba, hanno riscontratoanomalie termiche” nelle piramidi di Giza.

A pochi giorni dalla presentazione del 25 ottobre, il progetto Scan Pyramids annuncia già i primi «impressionanti» risultati. Alla piramide di Cheope, la più grande delle tre piramidi di Giza, sono state rinvenute anomalie termiche. Lo ha annunciato lunedì sera in una conferenza stampa davanti ai grandi monumenti Mamdouh el-Damaty, ministro delle Antichità dell’Egitto insieme agli archeologi internazionali che fanno parte del progetto.

results-of-thermal-scans-on-pyramid-is-extraordinary-abnormality

“Nella prima fila, le pietre della Piramide risultano tutte uniformi, ma quando veniamo qui (“alle pietre rilevate come più calde” n.d.R.) scopriamo che c’è una differente formazione”, ha detto il ministro Antichità Mamdouh al-Damati di fronte ai giornalisti.

Anomalie termiche

L’anomalia riscontrata è stata localizzata a livello del suolo sulla faccia orientale della piramide di Cheope dopo che era stata effettuata una scansione termica durante un’intera giornata, dall’alba al tramonto. «La prima fila della piramide è fatta da pietre tutte uguali, ma abbiamo trovato anomalie di almeno 6 gradi dietro tre pietre», ha illustrato el-Damaty. «Ciò lascia intuire la presenza di un piccolo passaggio che porta a un’area con temperature più alte». Ulteriori anomalie termiche sono state scoperte nella metà superiore della struttura, ma gli esperti hanno detto che sono necessarie indagini più accurate e frenano chi già favoleggia su tombe e tesori segreti: potrebbero essere dei semplici vuoti tra le pietre di costruzione o correnti di aria interna.

o-PIRAMIDI-570

_86602047_235f94ac-139f-489b-92d3-e2713aede206

Altre anomalie termiche sono state rilevate nella metà superiore della Grande Piramide, e questo non fa che rendere ancora più intrigante lo studio di questo nuovo mistero che ci giunge come eco lontana di un passato glorioso ancora avvolto nelle sabbie del tempo e dei segreti che i sacerdoti dell’Antichità custodivano gelosamente.

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: