Marte: C’era ossigeno milioni di anni fa sul Pianeta Rosso

1

C’era ossigeno milioni di anni fa su Marte

C’è o C’era ossigeno su Marte ?Si, Era presente ossigeno su Marte Milioni di anni fa e a darne ulteriore conferma sulla presenza di ossigeno nell’atmosfera del Pianeta Rosso milioni di anni fa grazie alle Analisi fatte Dal Rover Curiosity. Come sappiamo, Marte viene chiamato Pianeta Rosso per via della presenza di ossido di ferro, conosciuto anche come ‘ruggine’; ma oltre al ferro il Rover Curiosity della NASA ha scoperto importanti quantità di ossido di manganese presenti nelle rocce del cratere Gale.

Lo sostiene Agnès Cugino, del Research Institute di Astrofica a Tolosa, in Francia, che nelle sue dichiarazioni afferma:


il 3% circa delle rocce presenti nel cratere hanno un contenuto medio-alto di ossido di manganese, questo ci orienta a confermare la presenza di ossigeno su Marte.

Indizi di ossigeno nell’atmosfera di Marte

Per far si che questo accada il processo richiede la presenza di acqua in abbondanza e di condizioni fortemente ossidanti, quindi riteniamo probabile che l’atmosfera di Marte, milioni di anni fa, Marte conteneva molto più ossigeno di quanto pensavamo”. Oggi, L’atmosfera attuale del Pianeta Rosso è composta, per il 95%, da anidride carbonica e contiene e vi sono presenti pochissime tracce di ossigeno; tuttavia, molti ricercatori hanno sempre pensato che il Pianeta Rosso era ricco di ossigeno milioni di anni fa e questa è la prova che è davvero così.

C’era ossigeno milioni di anni fa sul Pianeta Rosso
ossigeno su Marte

Il Rover ha rintracciato l’ossido di manganese grazie alla sua ChemCam, uno strumento in grado di ‘esplorare’ le rocce tramite un laser e analizza la nuvola di polvere in grado di riuscire a segnalare i prodotti chimici e i minerali: inoltre, i ricercatori non hanno ancora individuato l’esatta età dell’ossido di manganese, ma sperano di farlo con i nuovi dati inviati da Curiosity.

Molti dei depositi di ossido di manganese che si trovano in una zona dove una volta vi era la presenza un lago, si presume che il liquido che scorre con l’ossigeno disciolto in essa può aver giocato un ruolo fondamentale nella sua formazione: “ una possibilità reale e concreta che non c’era ossigeno nell’atmosfera ed eventualmente l’acqua disponibile a livello locale era in larga parte ossidante”, conclude l’esperto.

Loading...
CopyAMP code
1 Commento
  1. Sergio mincarini dice

    Non è vero che Marte è di colore rosso, e ‘ un inganno, c’ è vegetazione con bacini di acqua e monti. Il pianeta è in effetti di colori verde, azzurro e marrone, come la nostra Terra e molti scienziati seri dicono he molto realmente sia abitata da esseri intelligenti, come tanti pianeti dei infiniti sistemi solari nell’universo, quindi ci raccontano frottole quando ci vogliono far credere che Marte è rosso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: