L’analisi sull’ufo Tic-Tac della Nimitz lascia perplessi gli scienziati

0

L’analisi sull’Ufo Tic-Tac condotta dal Scientific Coalition for Ufology

Il video dell’ufo Tic-Tac della Nimitz sottoposto alle analisi condotta dal SCU ( Scientific Coalition for Ufology) ha confermato che le prestazioni del Misterioso oggetto,superano di gran lunga qualsiasi spiegazione logica utilizzando la Fisica tradizionale. L’ufo ripreso il 14 novembre 2014 sull’Oceano Pacifico,al momento rimane un mistero dalla difficile decifrazione.

Il rapporto dell’Incidente della Nimitz composto da 270 pagine,porta alla luce solo una piccola parte dell’accaduto,infatti, riporta solo alcune delle testimonianze dei testimoni oculari, lo scambio di mail per chiedere da parte degli scienziati i documenti ufficiali, di cui sono state negate dagli stessi, e le valutazioni relative a velocità, accelerazione e dimensioni dell’oggetto.

In realtà l’Ufo non era uno, ma in tutto erano una ventina avvistati sia nei giorni precedenti che nello stesso giorno in cui è stato realizzato il video FLIR dove si muovevano nello spazio aereo di fronte alla costa di San Diego nel bel mezzo di un’esercitazione della Marina Militare americana.

Una potenziale minaccia, in virtù del loro modo di muoversi definito impressionante da chi li ha visti personalmente e su uno schermo radar, e con l’insolita capacità di scendere o salire di quota in modo impressionante, ad esempio,in meno di un secondo per passare da 80mila piedi a 20mila e poi scendere giù, fino a sfiorare la superficie del mare.

Gli Esperti dell’analisi cercano di ricostruire quanto avvenuto quel giorno, sulla base delle dichiarazioni dei militari coinvolti.Tra i testimoni troviamo il comandante David Fravor, il suo vice Jim Slaight, i due sotto ufficiali addetti ai radar e altri ancora, dove rilevano interessanti spunti sulle immagini registrate nel video del cosiddetto Tic-Tac, dello studio prodotto da To The Star Academy, del rapporto compilato dall’Intelligence all’interno del programma AATIP.

rapporto compilato dall’Intelligence all’interno del programma AATIP.

Interessante notare che lo studio della Coalizione Scientifica per l’Ufologia è iniziato molto prima dell’articolo apparso nel New York Times, pubblicato nel dicembre 2017, che ha reso noto il programma segreto del Pentagono per indagare sulle eventuali minacce aerospaziali avanzate ( motivo per cui Trump subito dopo aveva firmato l’approvazione della Space Force )e due dei tre video ripresi dai piloti della Navy.

Ufo Tic-Tac
Ufo Tic-Tac

Nello specifico,venivano richiesti dati radar,diari di bordo,registri delle conversazioni, coordinate, immagini, rapporti ufficiali. Ogni volta, la domanda è stata respinta. Le uniche informazioni rilasciate- dopo un lungo contrasto al punto da far intervenire persino di un giudice,è stata la diffusione di email dalle quali emergeva che dell’episodio erano al corrente vari ufficiali della Navy, per la maggior parte in congedo.

La storia dell’UFO della Nimitz era un fatto ben noto in certi ambienti militari. Nel 2007, un video simile a FLIR era stato postato sul web (per essere poi rimosso) su un sito tedesco ed era finito al centro di una discussione quale se ne contestava l’autenticità. Evidentemente, il video non era affatto un falso, ma una copia del filmato realizzata da un militare che aveva corso un bel rischio nel duplicarlo e poi nel farlo circolare sul web.

Ma il video non era sfuggito ad alcuni testimoni dell’avvistamento, che lo avevano commentato tra di loro per poi essere cancellati e oscurati.. Nel marzo 2015, poi, un ex pilota militare di nome Paco Chierici aveva raccontato sul suo blog ogni dettaglio di quell’avvistamento bizzarro spiegando che la fonte era proprio un suo caro amico, l’ex comandante Dave Fravor, principale testimone oculare.

Il video dell’ufo è stato Tagliato

Secondo da quanto emerso dai testimoni, il video originale, ripreso dalla telecamera AT-FLIR presente sugli F/A-18F Super Hornet, non solo era molto più lungo di quello rilasciato dal Dipartimento della Difesa, ma era anche più nitido e conteneva molte più informazioni.

Ma non solo, Il filmato e i tracciati radar assieme ad altri documenti sull’accaduto, sarebbero stati prelevati, da agenti governativi non in divisa subito dopo l’avvistamento.In pratica,gran parte delle informazioni sensibili di quel fenomeno non sono più presenti negli Archivi della Navy. Chi li ha presi? Chi ha manipolato i video?

I risultati dell’analisi fatta all’ufo

Si stima che la grandezza dell’oggetto era di 15/18 metri, riguardo invece alla velocità e accelerazioni sono quasi assurde, ovvero 105 mila miglia orarie di velocità  ( stiamo parlando di 200 mila km/h), con un’accelerazione superiore a 12 mila volte la forza di gravità, qualcosa fuori dal comune dato che il Tic-Tac avrebbe avuto bisogno di un’energia paragonabile a quella sprigionata da un’arma nucleare tattica.

Loading...
CopyAMP code

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: