la Nasa sceglie SpaceX e Boeing per tornare in orbita.

0

NASA, contratti con Space X e Boeing

La Nasa ha fatto la sua scelta per porre fine alla dipendenza dalle Sojuz russe nei viaggi umani da e per la Stazione Spaziale, dopo il pensionamento degli Space Shuttle nel 2011. Il numero uno dell’ente spaziale americano, Charlie Bolden, ha annunciato che saranno la SpaceX e la Boeing a costruire le nuove navette spaziali destinate a riportare in orbita gli astronauti americani entro il 2017.”Oggi con questa scelta – ha detto Bolden – siamo un passo più vicini a lanciare i nostri astronauti nello Spazio senza essere più dipendenti dalla Russia. L’impegno delle industrie private permetterà inoltre alla Nasa di concentrarsi su un altro ambizioso programma: mandare gli esseri umani su Marte”.I due progetti ai quali stanno lavorando la SpaceX di Elon Musk e la Boeing sono, rispettivamente la versione “abitata” del collaudato cargo Dragon, il cui prototipo è stato di recente presentato alla stampa, e la Cst-100, acronimo di Crew Space Transportation. Entrambi in grado di portare sulla Iss fino a 7 astronauti o un mix di uomini e rifornimenti e farli rientrare sulla terra, con un profilo di missione simile a quello delle missioni Apollo.”Ora – ha concluso Bolden – possiamo rispettare l’impegno preso dal presidente Obama di far riprendere i voli umani spaziali dagli stati Uniti, senza dipendere più dai russi”.Boeing e SpaceX si divideranno un contratto da 6,8 miliardi di dollari, di cui 4,2 al primo gruppo

 

Leggi anche

Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept

error: