La Coscienza dopo la morte non muore, torna nell’universo! Parola di Scienziati

0

La Coscienza dopo la morte torna nell’universo

L’uomo, dai tempi antichi ha sempre suscitato molto interesse al tema sulla coscienza e si è sempre chiesto cosa succede dopo la morte? Cosa succede alla nostra Coscienza dopo la morte? Secondo una nuova tesi la nostra coscienza/anima dopo aver lasciato il nostro corpo ,ritorna nell’universo

Ma cos’è la coscienza? La coscienza è la conoscenza o per meglio dire, quel senso consapevole immediato che ognuno di noi ha di se stesso, dalle nostre azioni alle nostre riflessioni, ma anche la capacità dell’uomo di vedere, riconoscere e giudicare la visione della propria vita.

La sua natura ha causato molte domande da quando abbiamo memoria e ha implicazioni esistenziali, mediche e spirituali. Il termine coscienza deriva dal latino consciens, che significa essere consapevole. Genericamente viene adoperato per indicare la consapevolezza di ciò che avviene in noi, ossia quell’ interiore conoscimento che ciascuno ha del bene e del male liberamente operato e del giudizio che ha dei suoi sentimenti ed azioni in relazione ai principi della propria morale.

Nella filosofia moderna la coscienza è quello di un rapporto dell’anima con se stessa, di una relazione intrinseca all’uomo “interiore” o “spirituale”, per il quale egli può conoscersi in modo immediato e perciò giudicarsi in modo sicuro ed infallibile.

Dr. Stuart Hameroff,del Dipartimento di Anestesiologia e Psicologia e direttore del Centro per lo Studio della Coscienza presso l’Università dell’Arizona a Tucson, Stati Uniti, assieme al suo collega, Sir Roger Penrose, fisico matematico presso l’Università di Oxford, nel Regno Unito, hanno lavorato dal 1996 su una nuova teoria quantistica sulla coscienza, in cui sono convinti che l’anima è contenuta in una struttura di microtubuli nelle cellule cerebrali

Il nostro cervello è un computer biologico

“L’idea è che il nostro cervello è un computer biologico, con cento miliardi di neuroni le cui connessioni sinaptiche fungono da reti di informazione

Gli scienziati sostengono che le nostre esperienze sono il risultato degli effetti della gravità quantistica sui microtubuli, un processo chiamano riduzione orchestrata oggettiva (Orch-Or). La comunicazione tra i neuroni attraverso la secrezione di neurotrasmettitori viene effettuata attraverso vescicole sinaptiche distribuite lungo i loro assoni. Il citoscheletro dei neuroni svolge un ruolo molto importante nella dinamica di queste vescicole. Hameroff e Penrose propongono che i microtubuli, le più piccole unità del citoscheletro, fungano da canali per il trasferimento delle informazioni quantistiche responsabili della coscienza.

Leggi anche La Coscienza è il tessuto della realtà

Finora esisteva un certo consenso scientifico nel considerare che la coscienza emerse come una proprietà degli organismi biologici durante l’evoluzione.  Sarebbe, quindi, un adattamento benefico che fornisce un vantaggio evolutivo alle specie coscienti. Al contrario, la teoria Orch OR afferma che la coscienza è una caratteristica intrinseca dell’azione di un universo non computabile.

In un’esperienza quasi di morte, ad esempio, i microtubuli perdono il loro stato quantico, ma le informazioni al loro interno non vengono distrutte. Ciò significa che, in termini comprensibili, l’anima non muore, ma ritorna nell’universo.

La Coscienza torna nell’universo

Dr. Hameroff ha spiegato nel dettaglio la sua teoria in un documentario narrato da Morgan Freeman, chiamato attraverso il wormhole  ( attraverso il tunnel spaziale ), che è stato rilasciato dal Science Channel negli Stati Uniti. In questo documentario Dr. Hameroff ha detto che quando “il cuore smette di battere, il sangue smette di scorrere, i microtubuli perdono il loro stato di informazione quantistica quantistica nei microtubuli che  non viene distrutta ;. non può essere distrutto, semplicemente viene rigettata nell’universo. “

Entrambi gli scienziati, di fama internazionale, si uniscono alla teoria dell’esistenza dell’anima. Anche il Dr. Rick Strassman afferma che l’ingresso dell’anima nel corpo umano avviene attraverso la ghiandola pineale.

Vi lasciamo alla sua video intervista. A cura di universo7p 

Riproduzione Riservata

Leggi anche

Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept

error: