Kazakistan: i misteriosi segni sul terreno visibili solo dallo spazio

0

l Kazakistan, chiamato anche Kazachstan è uno Stato transcontinentale, a cavallo tra Europa ed Asia, ed è un’ex repubblica dell’Unione Sovietica.

Confina ad est con la Cina, ad ovest e nord con la Russia e a sud con alcuni paesi dell’Asia centrale, ovvero il Kirghizistan, l’Uzbekistan e il Turkmenistan. Inoltre, ad ovest è delimitato per un tratto dalle coste del mar Caspio. Il Kazakistan è il più grande Stato del mondo non avente accesso al mare, in quanto il Mar Caspio è considerato un lago (dato che non permette l’accesso al commercio marittimo).

kazakhstan-geoglyphs-1
Segno legato al culto solare

In Perù, nel deserto vicino alla costa del Pacifico troviamo  le famose «Linee di Nazca», interpretate da molti ricercatori ufologici come segnali rivolti agli alieni per piste di atterraggio di navi spaziali. Anche in Kazakistan sono stati scoperti enormi strutture e allineamenti visibili nella loro interezza nemmeno dagli aerei, ma solo con foto da satelliti. E soprattutto molto più antichi.  Scoperti nel 2007 dagli archeologi Dmitri Dey , Irina Shevnina e Andrey Logvin analizzando Google Earth, sono stati battezzati «geoglifi della steppa» e a lungo sono rimasti sconosciuti al mondo scientifico internazionale.

kazakhstan-geoglyphs-4

Di recente la Nasa ha reso pubbliche alcune immagini dei geoglifi riprese dai satelliti da un’altezza di circa 700 km e ha messo l’area dove sorgono nella lista delle priorità da fotografare da parte degli astronauti sulla Stazione spaziale internazionale. Secondo gli studiosi questi segni non erano stati fatti per essere visti dall’alto, ma erano probabilmente legati ad allineamenti astronomici e in particolare a una sorta di osservatorio e calendario solare come fu Stonehenge.

 

kazakhstan-geoglyphs-3

Gli allineamenti potrebbero essere legati alla Cultura di Mahandzhar, una civiltà della steppa che fiorì tra l’VIII e il VI millennio avanti Cristo. Una datazione preliminare di uno dei tumuli lo faceva risalire all’8 mila a. C., una più recenti all’800 a. C.Comunque ben prima della civiltà peruviana di Nazca, gli studiosi però sono molto sorpresi dal fatto che una civiltà di nomadi possa aver potuto mettere insieme un numero sufficiente di persone per poter eseguire questi disegni. I risultati potrebbero far loro cambiare idea sulla natura e i tempi delle prime società nomadiche e della loro struttura e organizzazione.

Leggi anche

Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept

error: