Israele: Scoperta megalopoli di 5 mila anni fa che riscriverà la storia

0

Israele: Riportata alla luce una megalopoli di 5 mila anni fa

Le megalopoli scoperta in Israele grazie agli scavi effettuati a nord di Tel Aviv sarebbe il più grande insediamento mai riportato alla luce del Paese e sembra essere destinato a cambiare per sempre la storia delle prime urbanizzazioni in tutta l’area”

Una città di circa 5.000 anni, abitata da migliaia di persone,È stata considerata la New York dell’età del Bronzo.

Questa città, la più grande scoperta nella parte centrale in Israele, ha svelato le sue vere dimensioni lungo uno scavo di salvataggio tra i lavori stradali di una società governativa responsabile della rete statale di strade e ferrovie. 

Secondo gli archeologi, aveva una dimensione unica per il suo tempo nel Levante meridionale, la regione che comprende Israele, Giordania e Siria meridionale.

Questa città Copriva 65 ettari e ospitava circa seimila persone. I ricercatori dicono di aver scoperto anche un insolito tempio rituale, con ossa carbonizzate di animali, offerte sacrificali, la riproduzione di un volto, frammenti di ceramica, strumenti di selce e vasi di pietra.

Israele: Scoperta megalopoli di 5 mila anni fa, e riscriverà la storia
Israele: Scoperta megalopoli di 5 mila anni fa, e riscriverà la storia

 il co-direttore dello scavo dr. Yitzhak Paz sostiene che questa scoperta cambierà la storia, affermando che “È molto più grande di qualsiasi altro sito noto nella terra di Israele e fuori.

Sebbene non vi siano prove di un sistema di scrittura, la presenza di ceramiche della Valle del Giordano e dell’Egitto mostra che i suoi abitanti stabilirono legami commerciali con altre regioni.

Situata vicino a Wadi Ara, vicino a due sorgenti d’acqua, nel distretto di Haifa, nel nord di Israele, secondo Paz, la città sorgeva su un terreno fertile e adatto all’agricoltura e vicina a importanti rotte commerciali centrali.

Commerciavano anche con la Mesopotamia. Ma dopo un periodo di grande prosperità furono costretti ad emigrare: pare per il ripetersi di alluvioni.

A cura di universo7p

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: