Coronavirus: L’Oms avverte, Il mondo deve prepararsi per una pandemia

0

Per l’Oms occorre prepararsi ad una pandemia di Coronavirus

Per l’Oms occorre prepararsi ad una pandemia di Coronavirus ,lo sostiene Ghebreyesus, direttore generale dell’organizzazione Onu, in cui ha definito molto preoccupante l’improvviso aumento di nuovi casi in Italia e Corea del Sud a causa del coronavirus.

“Per il momento – ha aggiunto – non stiamo assistendo alla diffusione globale non contenuta di questo virus e non stiamo assistendo a gravi malattie o alla morte su vasta scala. Ciò che vediamo sono epidemie in diverse parti del mondo, che colpiscono i Paesi in modi diversi e richiedono una risposta su misura. L’improvviso aumento di nuovi casi è certamente molto preoccupante”, ha aggiunto.

coronavirus Wuhan
coronavirus Wuhan

Da Ginevra emerge la preoccupazione per l’esplosione di casi in Italia, Corea del Sud e Iran. “Gli improvvisi aumenti di casi in Italia, nella Repubblica islamica dell’Iran e nella Repubblica di Corea sono profondamente preoccupanti”, ha confermato il capo dell’Oms. “Dobbiamo concentrarci sul contenimento, mentre facciamo tutto il possibile per prepararci a una potenziale pandemia. Non esiste un approccio unico per tutti. Ogni Paese deve effettuare la propria valutazione del rischio per il proprio contesto”.

coronavirus
coronavirus

L’Organizzazione ha tracciato per il momento tre priorità: tutti i paesi devono dare la priorità alla protezione degli operatori sanitari; in secondo luogo, coinvolgere le comunità per proteggere le persone che sono maggiormente a rischio di malattie gravi, in particolare gli anziani e le persone con condizioni di salute di base; in terzo luogo, proteggere i Paesi più vulnerabili, facendo del proprio meglio per contenere le epidemie in Paesi con la capacità di farlo.

Coronavirus in Germania: la protezione civile consiglia di fare scorte di cibo

L’Ufficio federale per la protezione della popolazione e il soccorso in caso di catastrofi (BKK) in genere consiglia i cittadini di prepararsi a qualsiasi scenario. “Il tuo obiettivo deve essere quello di poter sopravvivere per 10 giorni senza fare shopping”, afferma una guida per le situazioni di emergenza pubblicata dal BKK . 

Il volantino BKK fornisce la seguente raccomandazione per una persona media per un periodo di dieci giorni:

  • almeno 20 litri di acqua
  • 3,5 chilogrammi di grano, prodotti a base di grano, pane, patate, pasta e riso
  • 4,0 kg di verdure e legumi
  • 2,5 chilogrammi di frutta e noci
  • 2,6 chilogrammi di latte e prodotti lattiero-caseari
  • 1,5 chilogrammi di pesce, carne e uova,
  • 0,4 chilogrammi di grassi e oli
  • più altri alimenti, a seconda delle preferenze (ad es. miele, marmellata, cioccolato o piatti pronti)
Loading...
CopyAMP code

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: