Ci sono Anime rimaste intrappolate nella nostra dimensione

0

Le Anime intrappolate nella nostra dimensione

Esistono Anime che rimangono intrappolate nella nostra dimensione. Stiamo parlando di Anime che hanno lasciato questa realtà in condizioni difficili, in modo improvviso e spesso delle volte anche in modo drammatico, o semplicemente Anime con la percezione del rifiuto nel sperare nell’esistenza di un’altro piano dimensionale.

È estremamente raro, ma in certi casi, l’Anima non riesce a varcare la porta per ottenere l’esperienza Animica. Questo succede quando una persona decide d’ignorare la chiamata dell’aldilà e decide di rimanere in questa realtà nella speranza di tornare in qualche modo nel proprio corpo, o talvolta perché ha paura di essere giudicata per le proprie azioni “. Questo accade di solito a persone che sono morte accidentalmente,persone che si sono suicidate, persone che sono state uccise o che hanno commesso un atroce crimine morale contro un altro essere umano.

Alcuni studiosi del Paranormale, sostengono che se uno spirito sceglie di rimanere in questa dimensione, decide di farlo nella propria casa, o nel posto dov’è morto, talvolta decide anche di restare vicino ai suoi cari. Questo può portare ad apparizioni spettrali.Va detto che la maggior parte di questi spiriti sono benigni, ma in certi casi possiamo incontrare entità spiacevoli che vogliono farci del male o spaventarci.

Ora, la domanda che molti studiosi del paranormale si sono posti è: Quando uno spirito è pronto a lasciare questa dimensione? La risposta è dipende.

Dopo la morte, il tempo non esiste, quindi il processo d’attesa diventa estremamente difficile da concepire nella nostra realtà. La porta verso l’altro lato si aprirà di nuovo, ma potrebbero volerci centinaia di anni terrestri prima che questo si ripeta.

La prima cosa è capire come una persona possa essere rimasta intrappolata nella nostra realtà dopo la morte. Come molti di voi sanno, gli spiriti sono persone che erano vive, con le loro famiglie e i loro amici. Avevano i loro problemi, le loro storie d’amore e una vita come tutti gli altri. Dopo la morte, hanno scelto di rimanere sul piano terrestre piuttosto che intraprendere la via che li conduca verso i loro cari defunti. Questa scelta può essere fatta solo dall’individuo che ha scelto di rimanere qui e di non intraprendere il proprio viaggio spirituale.

Le ragioni di tale scelta sono molte; alcuni temono di essere giudicati e puniti dal loro Dio, mentre altri sentono l’obbligo o il dovere di rimanere e di aiutare i loro cari .Quello che molti non sanno è che uno spirito è in certi versi una sorta di attesa prima d’intraprendere il cammino che gli permetta di lasciare questa dimensione e di proseguire il percorso verso l’evoluzione dell’anima.

Sembrano essere rimaste in un stato di morte, con ferite aperte, problemi emotivi, dolore e senso di colpa. Molte Anime hanno bisogno di essere guarite e liberate dalle loro preoccupazioni terrene prima d’intraprendere il cammino verso l’evoluzione Animica.

Anime rimaste intrappolate nella nostra dimensione
Anime rimaste intrappolate nella nostra dimensione

Lo spirito ha una capacità limitata di muoversi sulla terra e di visitare i propri cari, quindo sono intrappolati in questa dimensione,non possono interferire con i sentimenti dei loro cari viventi.

Inoltre, possono avere un effetto negativo sulla famiglia in questa dimensione. Questa non è l’intenzione di uno spirito, ma la loro energia è così bassa che colpisce i vivi in modi che possono essere dannosi.

Ecco le anime che rimangono intrappolata in questa dimensione

Come abbiamo detto prima, ci sono innumerevoli ragioni per cui una persona può restare intrappolata nella nostra realtà dopo la morte. E anche se non ci accingiamo a commentarli tutti, possiamo dedurre quali sono le cause principali a questo fenomeno.

Morte prematura: qualcuno che muore inaspettatamente a volte non riesce a liberarsi immediatamente. Potrebbe avere delle questioni in sospeso. Possono sentire il bisogno di mandare un messaggio a una persona cara prima di attraversare, credendo che una volta partiti non lo rivedranno mai più.

Morte per suicidio: Quando le persone si tolgono la vita, a volte se ne pentono, si sentono in colpa o si vergognano. Alcuni non sentono di meritare di andare verso la luce, così decidono di restare. Altri hanno un senso di rimorso così forte che semplicemente non riescono ad andare avanti. Rimangono, implorando i loro cari di capirli, cercando il perdono.

Assassini: Uno degli spiriti più comuni che persistono sono quelli che hanno paura di essere giudicati. Sanno di aver fatto qualcosa di terribile e non riescono a trovare il perdono. Purtroppo, quando nessuno li perdona, di solito si trasforma in paura, rabbia e senso di colpa, energie che possono farli diventare negativi mentre sono in un limbo. La loro energia è oscura, bassa e negativa. Questo può manifestarsi in modi diversi, come attirare l’attenzione di entità astrali inferiori, di cui gli antichi li chiamavano demoni.

Loading...
CopyAMP code

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: