mercoledì, Maggio 27, 2020
Home Misteri Archeologia, scoperto a Gela il calendario del 6000 avanti Cristo

Archeologia, scoperto a Gela il calendario del 6000 avanti Cristo

Come riporta la Palermo.Repubblica una nuova scoperta arricchisce il panorama archeologico di Gela, dove è stata trovata una “Pietra calendario”. Si trova ad appena dieci chilometri dalla città, in contrada Cozzo Olivo, poco lontano dalle necropoli preistoriche di Grotticelle, Ponte Olivo e Dessueri. Il megalite sarebbe stato forato dagli uomini nel periodo preistorico (probabilmente tra il sesto e il terzo millennio avanti Cristo) e utilizzato come calendario per misurare le stagioni e i solstizi.
pietra calendario gela
Il ritrovamento è opera di Giuseppe La Spina, Michele Curto, Mario Bracciaventi e Vincenzo Madonia, un gruppo di amici impegnati nel volontariato e appassionati di archeologia. La scoperta è avvenuta durante un sopralluogo ai “bunker anti-scheggia” (le casematte del secondo conflitto mondiale) fatto per realizzare percorsi di studio da proporre alle scuole. La Spina, dopo aver individuato la “Stonehenge” siciliana, ha preso contatto con Alberto Scuderi, direttore regionale dei Gruppi archeologici d’Italia. Il 21 dicembre è stata effettuata una verifica scientifica.

calendario 6000 anni avanti cristo

In occasione del solstizio d’inverno si è dato inizio all’esperimento, con l’ausilio di bussola, macchine fotografiche e videocamera installata su un drone. “Alle 7,32 il sole ha illuminato in modo perfetto la pietra forata. Mentre il drone si avvicinava, mantenendo il più possibile l’asse a 113 gradi è stato filmato quel fascio di luce che attraversava il foro proiettandosi sul terreno”, raccontano i componenti del gruppo che ha partecipato alla verifica. “Ciò che riusciamo a registrare da terra è sorprendente – scrivono gli scopritori – l’esperimento è riuscito”.

- Advertisement -

Sono stati informati scienziati e studiosi, che confermano si tratti di una “Pietra calendario”. Adesso sono pronti a rendere ufficiale la notizia studiosi e ricercatori, tra cui Andrea Orlando, astrofisico dell’Università di Catania e direttore dell’Istituto di Archeoastronomia di Sicilia, Francesco Polcaro del Cern, Alberto Scuderi, direttore regionale dei Gruppi archeologici d’Italia, Ferdinando Maurici, archeologo e direttore del Museo di Terrasini, ed Ennio Turco, direttore del Museo di Gela.

A cura della Redazione Universo7p.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi articoli

Russia: scoperta una presunta Piramide simile alla Grande Piramide d’Egitto

Un gruppo di turisti appassionati di spedizioni nel nord della Russia hanno presumibilmente scoperto un'enorme montagna con la forma esatta della...

La Cina punta Marte e i suoi misteri con una missione a luglio

La Cina verso Marte con una sonda che ha il compito di esplorare i Misteri di Marte Marte rimane un...

Enochiano: Il misterioso linguaggio perduto degli angeli

Il linguaggio perduto degli angeli chiamato ENOCHIANO Da secoli gli esseri umani hanno avuto diverse lingue parlate e scritte,...

Scoperte Misteriose stanze sotto al Muro del Pianto

Una sensazionale e misteriosa scoperta sotto il Muro del pianto di Gerusalemme Un gruppo di ricercatori che hanno effettuato degli...

Registrate Anomalie nel campo magnetico terrestre

Secondo gli scienziati il campo magnetico terrestre sta cambiando di intensità Le anomalie del campo magnetico terrestre rilevate dagli...

X-37B: Il misterioso aereo spaziale parte per una missione segreta

Il misterioso aereo spaziale dell'esercito americano X-37B è di nuovo in orbita , ma la sua missione non è dovuta a saperlo

L’uomo di Marree: Il misterioso gigante visibile dallo spazio.

L'Uomo di Marree: un mistero ancora da svelare A 20 anni dalla sua scoperta,L'Uomo di Marree continua ad essere...
error: