Anche Marte un tempo aveva gli Anelli

0

Secondo uno studio, anche Marte aveva gli anelli

Marte,diversi miliardi di anni fa era circondato da Anelli che orbitavano attorno al pianeta rosso, lo sostiene una nuova ricerca dell’Istituto SETI e della Purdue University pubblicata su Astrophysical Journal Letters .

Oggi sappiamo che Marte ha due piccoli satelliti, Phobos e Deimos, che furono scoperti dall’astronomo americano Asaph Hall all’Osservatorio navale il 18 agosto 1877. Quando vennero scoperti, gli scienziati credevano che i due corpi celesti si erano formati a causa da detriti espulsi dalle collisioni, ma i recenti studi rivelarono che entrambe le lune si erano formate contemporaneamente al Pianeta Rosso.

Sebbene queste lune siano piccole, le loro orbite peculiari nascondono importanti segreti sul loro passato.

Il fatto che l’orbita di Deimos non sia esattamente in linea con l’equatore di Marte è stato considerato non importante“, ha affermato la scienziata del SETI Institute e l’autore principale dello studio, Matija Ćuk. “Ma una volta che abbiamo avuto una nuova grande idea e l’abbiamo guardata con nuovi occhi, l’inclinazione orbitale di Deimos ha rivelato un grande segreto.

Marte e i due piccoli satelliti, Phobos e Deimos
Marte e i due piccoli satelliti, Phobos e Deimos

Una luna che migra verso l’esterno, appena fuori dagli anelli, può incontrare una cosiddetta risonanza orbitale, in cui il periodo orbitale di Deimos è tre volte quello dell’altra luna. Queste risonanze orbitali sono esigenti ma prevedibili sulla direzione in cui sono incrociate.

Anche Marte un tempo aveva gli Anelli
Anche Marte un tempo aveva gli Anelli

Solo una luna che si muove verso l’esterno avrebbe potuto influenzare fortemente Deimos, il che significa che Marte doveva avere un anello che spingeva la luna interna verso l’esterno.

Precedenti teorie suggerivano che le lune del Pianeta Rosso si crearono quando un corpo gigante colpì Marte tra 100 milioni e 800 milioni di anni dopo la creazione del pianeta. Una nuova ricerca suggerisce che dopo la collisione originale – nel corso di miliardi di anni – diverse generazioni di lune marziane sono state riciclate in anelli, che, a loro volta, furono modellate in nuove lune sempre più piccole.

Anche Marte un tempo aveva gli Anelli
Anche Marte un tempo aveva gli Anelli

Phobos, infatti, si sta gradualmente avvicinando verso Marte. Un giorno, probabilmente nei prossimi 30 milioni a 50 milioni di anni, il corpo celeste si avvicinerà troppo al Pianeta Rosso e le forze di marea lo faranno a pezzi. Secondo questa nuova teoria, i resti frantumati di Phobos si disperderanno attorno al mondo e si creerà un nuovo anello. Questa teoria ciclica spiega il motivo dell’orbita così inclinata di Deimos.

Loading...
CopyAMP code

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: