Alieno che cammina sulla luna? ecco cosa ne pensa la Nasa

0

Vi ricordate  dell’umanoide, o meglio del presunto ”alieno”sulla Luna? 

Secondo  un utente di Youtube, Wowforreel, sulla superficie del satellite si vede una figura con tanto di ombra proiettata.

Wowforreeel ha fatto la scoperta dopo avere osservato migliaia di immagini di Google Moon, Ellie Zolfagharifard  Reporter di Scienza  su MailOnline sostiene che si tratti di  un alieno che cammina sulla superficie della Luna. 

In effetti l’immagine può essere vista anche su Google Moon alle coordinate 27°34’26.35″N 19°36’4.7. Le immagini usate per creare le immagini lunari per Google Moon vengono dalla Nasa.

La Nasa con delle  teorie filtrate spiega  che si tratta  semplicemente di “polvere, un ciglio, un’unghiata sul negativo” del film su cui sono state registrate le immagini.

La spiegazione più ovvia è che sia un tipico caso di “pareidolia”, ovvero il vedere sagome familiari in oggetti casuali.

Secondo  scienziati ed  esperti è frutto di una pesante elaborazione che genera diversi artefatti, con le immagini satellitari del Lunar Reconnaissance Orbiter Camera, noi tendiamo a usare l’abilita di “arri chire la nostra immaginazione” e riconoscere forme note anche dove non ci sono. La pareidolia costituisce una forma di “apofenia”, che si manifesta quando si vedono linee o collegamenti in dati casuali e non connessi, queste sono le dichiarazioni degli esperti.

Secondo la ricostruzione di Noah Petro su Pix11, scienziato deputato alla missione Lunar Renaissance Orbiter (LROC), attualmente in orbita attorno alla Luna, l’immagine è stata presa da entrambe le missioni Apollo 15 e 17, spedite rispettivamente nel 1971 e nel 1972.

Egli ha fatto notare che le immagini attuali di LROC non mostrano alcune caratteristica lunare che possa causare tale modello su terreno. “La mia ipotesi migliore, è che qualcosa (polvere o un graffio sul negativo) può aver causato l’anomalia”, spiega Petro. “Ricordate, le foto sono state scattate in epoca pre-digitale, quando ogni sorta di artefatti possono rovinare le pellicole”

Molti invece credono che si tratti di DISINFORMAZIONE create per confondere le idee.

Se facciamo delle accurate osservazioni si nota che  le ombre sono sbagliate. Nell’immagine, infatti, l’ombra dell’“umanoide” indica una fonte di luce che sta in alto a sinistra, mentre le ombre dei crateri circostanti suggeriscono una fonte di luce che sta a destra per non parlare che  “l’ombra”  misurata con gli strumenti di Google Earth: misura 150 metri  circa, pari a  0.15 chilometri.

Redazione Universo7p

 

 

 

 

 

 

Leggi anche

Loading...

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept

Privacy & Cookies Policy
error: