Frammenti dei Rotoli del Mar Morto rivelano che l’Arca di Noè aveva la forma di una piramide

Frammenti dei Rotoli del Mar Morto rivelano che l’Arca di Noè aveva la forma di una piramide.

I Rotoli del Mar Morto sono un insieme di manoscritti rinvenuti nei pressi del Mar Morto. Di essi fanno parte varie raccolte di testi, tra cui iManoscritti di Qumran, che ne costituiscono una delle parti più importanti. I rotoli del Mar Morto sono composti da circa 900 documenti, compresi testi della Bibbia ebraica, scoperti tra il 1947 e il 1956 in undici grotte dentro e intorno al uadi di Qumran, vicino alle rovine dell’antico insediamento di Khirbet Qumran, sulla riva nord-occidentale del Mar Morto.

I testi sono di grande significato religioso e storico, in quanto comprendono alcune fra le più antiche copie superstiti note dei libri biblici e dei loro commenti, e conservano la testimonianza della fine del tardo giudaismo del Secondo Tempio. Essi sono scritti in ebraico, aramaico e greco, per lo più su pergamena, ma con alcuni scritti su papiro.[1] Tali manoscritti datano in genere tra il 150 a.C. e il 70 d.C. I Rotoli sono comunemente associati all’antica setta ebraica detta degli Esseni.

Immagine in alto: Un pannello dalla porta del Battistero di Firenze, che sembra mostrare l’Arca di Noè come una piramide.
Immagine in alto: Un pannello dalla porta del Battistero di Firenze, che sembra mostrare l’Arca di Noè come una piramide.

Secondo una lettura di un frammento di recente digitalizzato dei Rotoli del Mar Morto, l’Arca di Noè era qualcosa di diverso da quello che attualmente si è creduto. Il testo di oltre 2000 anni può essere la prova che l’Arca aveva la forma di una piramide.

Oltre 50 anni fa, un sasso lanciato da un pastore beduino in una grotta ha portato a quello che alcuni hanno definito la più grande scoperta archeologica del 20 ° secolo. Il beduino ha sentito il crack della pietra aprire un vaso di terracotta. Indagando, ha trovato il primo di quello che divenne noto come i Rotoli del Mar Morto. Quando tutti i rotoli e frammenti sono stati risolti, hanno rappresentato circa 800 manoscritti. Circa un quarto, o poco più di 200 manoscritti, sono copie di parti del testo ebraico della Bibbia.

Dopo  cinque anni, un laboratorio della Israel Antiquities Authority, come parte del progetto di Leon Levy Rotoli del Mar Morto Biblioteca digitale, ha analizza decine di migliaia di frammenti dei rotoli con una macchina fotografica su misura. Ogni frammento è stato fotografato 28 volte ad alta risoluzione utilizzando diverse lunghezze d’onda della luce. La sofisticata tecnologia ha permesso ai ricercatori di leggere le lettere e le parole che in precedenza erano illeggibili. Alcuni dei frammenti di nuova digitalizzate hanno offerto nuove interpretazioni delle storie bibliche conosciute.

Two-scrolls

Haaretz ha riferito che la nuova lettura dei frammenti ha cambiato la nostra comprensione circa l’Arca di Noè. Grazie alle immagini ad alta risoluzione, una parola dopo la frase “statura del dell’arca” era stata precedentemente illeggibile. Tuttavia, le nuove scansioni hanno mostrato che le parole giuste è ne’esefet , che significa “riuniti”, che secondo il ricercatore Dr. Alexey Yuditsky, significa che le costole del arca sono state riunite in alto a forma di piramide. Il Dr Yuditsky ha detto che  una traduzione greca della Bibbia risalente al III secolo aC, ha usato un verbo greco con un significato simile per descrivere l’Arca.

judgement-day

Le parole  decifrate sulle antiche pergamene rimasero nascosti per secoli, ma ora stanno portando le risposte a molte domande di lunga data, ma ne stanno sollevando di nuove. In precedenza, la storia dell’Arca di Noè era conosciuta principalmente dal libro della Genesi. Tuttavia, Rotoli del Mar Morto trovati nella grotta di Qumran  nel deserto della Giudea gettano nuova luce su questa storia.

I Rotoli del Mar Morto contengono informazioni su molti argomenti controversi e affascinanti del passato, la storia di Noè e il mitico diluvio è solo uno di loro. Christos Djonis, ospite e autore di ancient-originsi, ha spiegato nei suoi articoli che la storia di Noè non è solo un racconto biblico.

” La storia di un “Diluvio Universale” inviato da Dio (o dagli dei in base a molte  testimonianze) per distruggere l’umanità per i suoi peccati è  diffusa condivisa da molte religioni e culture di tutto il mondo, e risale alla nostra storia più antica registrata . Dall’India alla Grecia antica, Mesopotamia e anche tra le tribù nordamericane, non vi è carenza di tali racconti che abbastanza spesso suonano molto simili. Alcune di queste storie veramente suono così simili che uno potrebbe chiedersi se tutte le culture di tutto il pianeta avevano sperimentato un evento del genere (…)

Part-of-the-scroll

Solo dopo il 7000 aC, quando i livelli dell’oceano cominciarono finalmente a stabilizzarsi, la vita umana ancora una volta ha cominciato a tornare alla normalità. siti costieri non dovevano più essere abbandonati per un terreno più elevato, almeno per la maggior parte, e tra il 6000 aC e il 5000 aC, ancora una volta, si cominciano a vedere i segni di attività umana più vicino al mare. E ‘una semplice coincidenza l’inizio della nostra storia viene “documentata”  in questo periodo?E ‘vero che i primi esseri umani erano troppo primitivi per lasciare tracce della loro esistenza alle spalle, o le prime pagine della nostra storia sono state “spazzati via” dal Diluvio Universale dell’ultima era glaciale? Dopo tutto, sembra che non appena le condizioni climatiche avverse si allontanavano, non ci volle molto per gli esseri umani di prosperare ancora una volta. ”

Un’altra scoperta derivante dalla digitalizzazione è collegato con due frammenti che fanno luce su una parola sconcertante nella Bibbia. Capitolo 39 della Genesi descrive come Giuda ha avuto rapporti sessuali con la figlia Tamar-in-law. Lei si travestì da prostituta, e come garanzia di pagamento ha ricevuto il suo sigillo, il personale e PTIL. Dopo molti secoli di dibattito sul significato della parola PTIL, i Rotoli del Mar Morto hanno finalmente dato la risposta con la seguente frase: ” PTIL è la cintura ”

“La parola PTIL è menzionato nella Bibbia 10 volte. In ogni luogo, sappiamo qual’è la sua funzione , tranne che per il PTIL Tamar . Su questo, i nostri antenati sono stati divisi.

Ma ora abbiamo un testo in anticipo, a partire dal primo secolo, al più tardi, che dà il senso di questa PTIL – è la cintura con la quale ha legato i pantaloni o la sua veste “.

Nonostante decenni di studio e di analisi,i Rotoli del Mar Morto contengono dei segreti da scoprire.

 

COPIA SNIPPET DI CODICE

Leggi anche

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: