IL File della Cia afferma che Adolf Hitler non si suicidò. Ma andò a vivere in Sud America

IL File della Cia afferma che Adolf Hitler non si suicidò. Ma andò a vivere in Sud America

Questo documento  potrebbe riscrivere la storia: infatti in uno dei file desecretati della Cia, custoditi e conservati  dagli Archivi Nazionali Usa, afferma che Adolf Hitler non si suicidò  come ci hanno raccontato, ma ci racconta che sia sopravvissuto alla Seconda Guerra Mondiale,  ma anche che fu contattato in Colombia alla metà degli anni Cinquanta da un informatore dei servizi segreti americani. Lo ha sostenuto un agente dell’agenzia di intelligence in Sud America, dal nome in codice Cimleody-3.

Adolf Hitler non si sarebbe suicidato nel suo bunker, come è scritto in tutti i libri di storia, ma sarebbe sopravvissuto alla seconda guerra mondiale e nel dopoguerra sarebbe andato a vivere in Sud America 

IL File della Cia afferma che Adolf Hitler non si suicidò. Ma andò a vivere in Sud America
IL File della Cia afferma che Adolf Hitler non si suicidò. Ma andò a vivere in Sud America

Ma da dove arrivano queste Informazioni?

L’agente in questione sarebbe stato contattato da un amico che gli avrebbe detto che nel 1955 un ex ufficiale tedesco, Phillip Citroen, avrebbe confessato in via confidenziale che Hitler era ancora vivo. A sostenere la tesi ci sarebbe anche una fotografia, arrivata nelle mani sempre dell’agente segreto e contenuta nel file desecretato. Nella didascalia c’è scritto: “Adolf Schrittelmayor, Tunga, Colombia, America del Sud, 1954”. Nella foto con il führer c’è una persona: dovrebbe essere Citroen.

IL File della Cia afferma che Adolf Hitler non si suicidò. Ma andò a vivere in Sud America
IL File della Cia afferma che Adolf Hitler non si suicidò. Ma andò a vivere in Sud America

Se venisse confermato quando contenuto nel documento si andrebbe completamente a riscrivere la storia. Dalla fine della guerra infatti si crede che Hitler sia morto nel suo bunker insieme alla sua amante, Eva Braun, che aveva sposato il giorno prima. Per anni i sovietici hanno sostenuto di essere in possesso dei resti di Hitler. Nel 2009 però uno scienziato americano, Nick Bellantoni, aveva studiato il frammento di teschio in possesso dei russi e secondo lui si trattava di una donna tra i 20 e i 40 anni e non di Hitler.

Sono in molti, anche tra i funzionari e gli accademici, a ritenere che in realtà i sovietici non abbiano mai ucciso Hitler ed Eva Braun né bruciato i loro corpi.

 

 

Summary
Review Date
Reviewed Item
IL File della Cia afferma che Adolf Hitler non si suicidò. Ma andò a vivere in Sud America
Author Rating
51star1star1star1star1star
COPIA SNIPPET DI CODICE

Leggi anche

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: