Share Button

RIO DE JANEIRO, 7 MAR – Tra le conseguenze piu’ drammatiche e meno evidenti nei dati che accompagnano i preparativi per i Mondiali di calcio di Brasile 2014 c’e’ la rimozione forzata di migliaia di residenti in comunita’ povere situate in prossimita’ dei cantieri della Coppa. Una rete di attivisti impegnata nelle 12 citta’ sede di partite ha calcolato che alla fine 170mila persone saranno sfollate dalle loro case per consentire l’accelerazione dei lavori per il 2014 ed anche per le Olimpiadi di Rio 2016.

dove rimane il buon senso? in che Mondo viviamo? uno stupido mondiale di calcio vale piu’ di un essere umano? Milioni sono stati spesi, mentre da quelle parti la gente non sa come sopravvivere. e permettetemi di scriverlo, VERGOGNA!!!

redazione Universo7p