2017: l’anno della rivelazione?

Il giorno 12 febbraio 2008 ,a New York, nel palazzo di vetro sede dell’O.N.U (Organizzazione delle Nazioni Unite) alcuni diplomatici avrebbero tenuto una riunione segreta sull’argomento U.F.O. L’input per la riunione sarebbe venuto dalle recenti dichiarazioni di alcuni esponenti politici giapponesi e lo scopo finale sarebbe stato quello di preparare la popolazione alla rivelazione ufficiale della vita extraterrestre

La data prevista sembrerebbe essere il 2017

Alieni

Michael Salla ha cercato ulteriori riscontri presso un’altro informatore,il quale avrebbe parlato di un non meglio precisato “documento con un’offerta degli Extraterrestri per aiutare l’Umanità alla rivelazione finale sulla vita extraterrestre”.La “rivelazione palese” dovrebbe avere luogo nel 2017 con alcune clamorose apparizioni di alcuni “Osservatori Extraterrestri” (definiti “The Controllers“) e questo sconvolgerebbe le principali religioni del mondo,in particolare quella induista perchè non prevede il dogma della Trinità e soprattutto perchè l’India non ha saputo ancora risolvere il problema della fame e della sovrappopolazione

Michael-Salla

Gilles Loreant,membro della associazione francese F.E.A. (Federation European )è uscito allo scoperto rivelando al giornalista radiofonico Didier de Plaige di aver partecipato ad altre riunioni segrete all’ONU tenutesi nei giorni successivi (il 13 e 14 febbraio 2008) . Gilles LOREANT parla di un “rapporto confidenziale preparato dall’Air Force USA e dalla Guardia Nazionale” e di 3 Senatori americani coinvolti nella vicenda.Il rappresentante della F.E.A. asserisce inoltre che alle riunioni avrebbero partecipato 40 funzionari,in rappresentanza di 28 Stati membri dell’ONU.L’ argomento UFO sarebbe stato trattato per timore di disordini sociali e recessioni economiche a seguito delle voci diffuse da contattisti ciarlatani.

I fatti sono invece ben altri : fin dal 1968 l’allora Segretario Generale dell’ONU,il birmano U THANT ,avrebbe ammesso che ” i dischi volanti sono il problema più grave”.

A partire dalla metà degli ’70 il Primo Ministro dell’isola di Grenada (Antille),sir Eric GAIRY, intraprese una lunga trafila burocratica per portare la questione UFO dinnanzi all’Assemblea dell’ONU.

Un comitato di esperti capeggiato da Joseph Allen Hynek e comprendente David Saunders,Claude Poher,Jacques Valle e Gordon Cooper,venne ricevuto dall’allora Segretario dell’ONU Kurt Waldheim (che poi registrò anche un saluto ufficiale agli Extraterrestri inciso su un disco lanciato a bordo della sonda Voyager della NASA).
La rivista Notiziario Ufo,organo ufficiale del C.U.N.,dedicò all’iniziativa di sir Eric GAIRY un ampio articolo apparso a firma di Edoardo RUSSO sul numero 93 (febbraio 1980) della citata rivista.
La questione poi finì nel nulla a causa di un colpo di Stato che depose il Primo Ministro Eric Gairy .Il governo filo-cubano insediatosi non portò ovviamente più avanti la questione…

.
Il CUN continuò comunque a promuovere l’iniziativa politica per uno studio interdisciplinare civile internazionale sul fenomeno UFO promulgando la cosidetta “Carta di San Marino” ,presentata al 6° Simposio Mondiale sugli OVNI e d i fenomeni connessi tenutosi nella Repubblica di San Marino dal 3 al 5 aprile 1998.
La Carta di San Marino purtroppo non riuscì là dove fallì sir Eric GAIRY ed anche questa iniziativa politica degli ufologi rimase priva di seguito…
Tornando ai giorni nostri,va subito detto che dopo queste esternazioni la F.E.A. ha pensato bene di “scaricare” Gilles Loreant ,prendendo le distanze dalle sue dichiarazioni e parlando piuttosto di uno “scenario ipotetico nel quale l’ONU esamina l’ipotesi di una apertura ufficiale al grande pubblico sul tema degli UFO”

 

Leggi anche

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: